DA GIOVEDÌ 25 A MERCOLEDÌ 31 AGOSTO 2022

SECRET LOVE

Mothering Sunday - Gran Bretagna, 2021, 1h 50 min.
di Eva Husson
con Odessa Young, Josh O'Connor, Sope Dirisu, Olivia Colman, Colin Firth
In una calda giornata di primavera del 1924, la giovane domestica Jane Fairchild si ritrova da sola a festeggiare la Festa della Mamma.
I suoi datori di lavoro, i coniugi Niven, Colin Firth e Olivia Colman, non sono in casa e lei ha la rara possibilità di trascorrere del tempo con il suo amante segreto, Paul, il figlio dei vicini. Jane è da tempo innamorata di Paul, nonostante lui sia fidanzato con un’altra donna, amica d’infanzia e figlia di amici dei suoi genitori. Una serie di eventi imprevedibili per i due amanti cambierà però per sempre il corso della vita di Jane.
DA GIOVEDÌ 1 A MERCOLEDÌ 7 SETTEMBRE 2022

200 METRI

200 Meters - Palestina, Giordania, Qatar, Italia, Svezia, 2020, 1h 26 min.
di Ameen Nayfeh
con Ali Suliman, Anna Unterberger, Motaz Malhees, Lana Zreik, Gassan Abbas
Mustafa e sua moglie Salwa vivono in Palestina, in due paesi distanti solo duecento metri, ma divisi dalla barriera di separazione israeliana. Alla sera, quando tutto diventa buio, Mustafa accende una luce sul suo balcone per augurare la buonanotte alla moglie e ai figli che sono dall’altra parte e che, a loro volta, rispondono con un segnale. Quando però uno dei suoi figli è vittima di un incidente, all’uomo non resta che precipitarsi al checkpoint dove gli viene negato l’accesso, senza margine di trattativa. Disperato, chiede aiuto a un contrabbandiere per oltrepassare il muro: i duecento metri si trasformano in un’odissea di duecento chilometri, alla quale si uniscono altri viaggiatori determinati a superare e sconfiggere quella barriera.
DA GIOVEDÌ 8 A MERCOLEDÌ 14 SETTEMBRE 2022

BRIAN E CHARLES

Brian and Charles - Gran Bretagna, 2022, 1h 30 min.
di Jim Archer
con David Earl, Chris Hayward, Louise Brealey, Jamie Michie, Nina Sosanya
Brian e Charles, film diretto da Jim Archer, racconta la storia di Brian, un inventore che vive da solo nella campagna gallese. A causa di un inverno molto lungo, trascorso in solitudine e senza nessuno a cui rivolgere una parola, entra in depressione. È così che, quando trova la testa di un manichino tra i rottami, per sopperire a questa situazione, l'uomo, proprio come un Geppetto contemporaneo, decide di costruire un robot da compagnia, dando vita a Charles.
Nonostante inizialmente Charles sia desideroso di scoprire cose nuove e tutto ciò che lo circonda nel piccolo paesino dove vive Brian, ben presto il robot, intenzionato a esplorare cosa c'è al di là del Galles, esprime la volontà di voler girare il mondo. Il suo inventore, però, proprio come un padre apprensivo teme che, se la gente scoprisse l'esistenza di Charles, ne sarebbe spaventata e finirebbe col fargli del male...
DA GIOVEDÌ 15 A DOMENICA 18 SETTEMBRE 2022

MAIGRET

Maigret - Francia, 2022, 1h 30 min.
di Patrice Leconte
con Gérard Depardieu, Jade Labeste, Mélanie Bernier, Aurore Clément, André Wilms
Una ragazza di provincia, giunta a Parigi piena di speranze, viene uccisa, e il commissario Maigret, che non conosce neppure l'identità della giovane, ha il compito di individuare il colpevole di quell'omicidio. Nel corso delle indagini il commissario, cui è stato impedito dal medico di fumare l'imprescindibile pipa per via di un problema non identificato ai polmoni, incontra un'altra ragazza di provincia che suscita in lui sentimenti di protezione, la cui vicenda verrà in qualche modo collegata a quella della sconosciuta uccisa. Saranno molti gli indizi da seguire, e porteranno non solo ad identificare il colpevole, ma anche a ricostruire il ritratto di un sottobosco ambiguo e predatorio nascosto dietro la sfavillante Ville Lumière.
MARTEDÌ 20 SETTEMBRE 2022

IL SETTIMO SIGILLO

Det sjunde inseglet -  Svezia 1957  - 1h 36min.
di Ingmar Bergman
con Max von Sydow, Gunnar Björnstrand, Bengt Ekerot, Nils Poppe, Bibi Andersson, Åke Fridell, Inga Gill, Erik Strandmark, Bertil Anderberg, Inga Landgré, Gunnar Olsson
Restaurato in 4K nel 2018 da Svenska Filminstitutet a partire da il negativo camera originale 35mm.
Il cavaliere Antonius Block e il suo scudiero Jöns, reduci disillusi delle crociate, fanno ritorno nella Svezia del Trecento e la trovano in balia della peste e della disperazione. Sulla spiaggia Block incontra la Morte, e in una delle più efficaci alternanze campo/controcampo mai realizzate la sfida a una partita a scacchi per prendere tempo e poter compiere un’azione che dia un senso alla sua vita. L’evocazione visionaria, tragica e farsesca del Medioevo scandinavo racchiusa nel Settimo sigillo ha origini remote che affondano nelle fantasie d’infanzia dell’autore. Capolavoro tra i capolavori di Bergman, restituito da un magistrale restauro al mistero che le ultime versioni digitali avevano dissipato, questa grande allegoria dell’uomo in cerca di Dio e in balia della morte, torna a parlarci con la potenza grafica del suo paesaggio e la chiaroscurale profondità della sua inquietudine.
MERCOLEDÌ 21 SETTEMBRE 2022

METROPOLIS

Metropolis- Germania 1925-27, 2h 29min.
di Fritz Lang
con Brigitte Helm, Alfred Abel, Gustav Fröhlich, Rudolf Klein-Rogge, Heinrich George, Fritz Rasp, Theodor Loos, Erwin Biswanger, Olaf Storm, Hans Leo Reich, Heinrich Gotho
La versione che presentiamo è il restauro più completo oggi esistente, realizzato nel 2010 da Friedrich-Wilhelm-Murnau-Stiftung e Deutsche Kinemathek in seguito al ritrovamento in Argentina di 25 minuti di pellicola ritenuti perduti. Dopo ottant’anni di versioni spurie e il pluridecennale lavoro di ricostruzione condotto da Enno Patalas, questo è finalmente il film come Thea von Harbou l’aveva scritto e Fritz Lang l’aveva girato. Con la colonna sonora originale ricostruita di Gottfried Huppertz eseguita da Rundfunk-Sinfonieorchester di Berlino diretta da Frank Strobel.
Alla sua uscita, nella primavera del 1927, Metropolis aggredisce e sconcerta il pubblico dell’epoca. Si trasformerà in un film d’impatto inesauribile sull’intera storia del cinema, capostipite della fantascienza, capace di nutrire ogni nuova visione ‘assolutamente moderna’, fino a Brazil, a Blade Runner, ad Avatar. Fantasia distopica su un mondo verticalmente diviso, l’avveniristica città dell’intelletto e del potere e il sottosuolo della forza lavoro, Metropolis è un capolavoro laddove trascende il proprio mai risolto messaggio sociale (rivoluzione o conciliazione?): nella prodigiosa intuizione con cui osserva una città vera, New York, e la ricostruisce come grandiosa icona d’ogni futuro oltreumano. Straordinari effetti speciali, movimenti di masse in rivolta, trecento giorni di riprese, trentaseimila comparse, cinquecento grattacieli di settanta piani, e al centro di tutto l’ambigua Maria, vergine e androide: “Uno dei film più stupefacenti del cinema espressionista tedesco, uno dei rari film muti in grado di rappresentare ancora qualcosa per il grande pubblico di oggi”
(Jacques Lourcelles)
GIOVEDÌ 22 SETTEMBRE 2022

L'ALTRO BUIO IN SALA

Italia 2022, 1h 30min.
di Ciro Formisano
A causa della pandemia le sale cinematografiche hanno subito la chiusura delle attività̀. Nell’incertezza di una riapertura, a causa dei mancati incassi di botteghino di quasi un anno, i gestori hanno visto quel buio nelle sale trasformarsi da attesa ad un freddo spazio vuoto, privo di qualunque emozione, fatto di poltrone vuote, mancanza di risate, occhi lucidi o bisbigli. La chiusura delle sale ha rappresentato l’inaridimento del cinema e di tutti i mondi che riesce a dare vita.
Il Film Documentario è un viaggio in Italia attraverso quelle sale cinematografiche storiche, d’Essai, che custodiscono una storia del cinema parallela e sconosciuta a quella ufficiale.
I Gestori aprono gli scrigni dei loro ricordi legati alla propria sala. Un atto d’amore verso il cinema, e di rispetto alla resilienza di una categoria importantissima anche se sempre distante dai riflettori.
DA VENERDÌ 23 SETTEMBRE A DOMENICA 2 OTTOBRE 2022

IL SIGNORE DELLE FORMICHE

Italia, 2022, 2h 10 min.
di Gianni Amelio
con Luigi Lo Cascio, Elio Germano, Sara Serraiocco, Leonardo Maltese, Anna Caterina Antonacci
Alla fine degli anni 60 si celebrò a Roma un processo che fece scalpore. Il drammaturgo e poeta Aldo Braibanti fu condannato a nove anni di reclusione con l’accusa di plagio, cioè di aver sottomesso alla sua volontà, in senso fisico e psicologico, un suo studente e amico da poco maggiorenne. Il ragazzo, per volere della famiglia, venne rinchiuso in un ospedale psichiatrico e sottoposto a una serie di devastanti elettroshock, perché “guarisse” da quell’influsso “diabolico”.
Alcuni anni dopo, il reato di plagio venne cancellato dal codice penale. Ma in realtà era servito per mettere sotto accusa i “diversi” di ogni genere, i fuorilegge della norma.
Prendendo spunto da fatti realmente accaduti, il film racconta una storia a più voci, dove, accanto all’imputato, prendono corpo i famigliari e gli amici, gli accusatori e i sostenitori, e un’opinione pubblica per lo più distratta o indifferente. Solo un giornalista s’impegna a ricostruire la verità, affrontando sospetti e censure.
DA VENERDÌ 7 A LUNEDÌ 10 OTTOBRE 2022

GLI ORSI NON ESISTONO

Khers Nist - Iran, 2022, 1h 46 min.
di Jafar Panahi
con Jafar Panahi, Mina Kavani, Naser Hashemi, Vahid Mobasheri, Bakhtiyar Panjeei
Una strada e una coppia. Lui ha procurato per lei un passaporto falso per consentirle di espatriare ma quando la donna apprende che non partiranno insieme rifiuta di lasciarlo. Uno "Stop" ci informa del fatto che si tratta di una scena di una docufiction  che Jafar Panahi sta cercando di dirigere a distanza da un villaggio in cui il segnale è estremamente precario. Ma anche la vita in quel luogo è precaria. In Concorso, alla 79. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.
DA MARTEDÌ 11 A MERCOLEDÌ 12 OTTOBRE 2022

PSYCHO

Psycho - USA, 1960, 1h 49min.
di Alfred Hitchcock
con Anthony Perkins, Janet Leigh, Vera Miles, John Gavin, Martin Balsam, John McIntire, Simon Oakland, Vaughn Taylor
Questo restauro in 4K contiene tredici secondi di materiale restaurato tagliati dalla censura dopo l'uscita iniziale nelle sale. Ora è possibile vedere il film come fu visto originariamente nei cinema nel 1960, proprio come lo aveva pensato e voluto Alfred Hitchcock.
Il capolavoro del macabro di Alfred Hitchcock vede Anthony Perkins nei panni del tormentato Norman Bates, tassidermista e voyer, la cui vecchia casa buia e il motel adiacente non sono esattamente il posto dove trascorrere una serata tranquilla. Nessuno lo sa meglio di Marion Crane (Janet Leigh), la sfortunata cliente il cui viaggio termina nella famigerata scena della doccia, 45 secondi fra i più celebri della storia del cinema. A cercarla saranno un investigatore privato e la sorella di Marion (Vera Miles). Hitchcock gioca da maestro con le attese e le emozioni del pubblico: l'orrore e la suspense salgono fino a quando il volto del misterioso assassino verrà finalmente rivelato.




DA GIOVEDÌ 25 A MERCOLEDÌ 31 AGOSTO 2022 

TOP GUN: MAVERICK


USA, 2022, 2h 11 min.
di Joseph Kosinski
con Tom Cruise, Miles Teller, Jennifer Connelly, Jon Hamm, Glen Powell
A sessant'anni Pete "Maverick" Mitchell è ancora un 'semplice' officiale al servizio dell'aereonautica americana. Aveva tutto per diventare generale ma Mav se ne infischia delle stelle e dell'uniforme, preferisce essere un pilota collaudatore e superarsi a colpi di Mach. In ritiro in un hangar, tra ricordi gloriosi e 'riparazioni', è richiamato dai suoi superiori per addestrare una flotta che dovrà affrontare una missione ad alto rischio in territorio nemico: lo smantellamento di una base segreta di uranio. Tra i giovani allievi c'è Bradley Bradshaw, figlio di Goose, amico e copilota, morto accidentalmente anni primi durante un'esercitazione. La loro relazione fatica a decollare mentre i demoni tuonano come un F-14 e la missione incombe. Quella militare e quella formativa.
DA GIOVEDÌ 1 A MERCOLEDÌ 7 SETTEMBRE 2022

GIORNI D'ESTATE


Summerland - Gran Bretagna, 2020, 1h 42 min.
di Jessica Swale
con Gemma Arterton, Gugu Mbatha-Raw, Penelope Wilton, Siân Phillips, Tom Courtenay
Alice Lamb non è sposata, vive da sola in un cottage su una scogliera nel Kent, non frequenta il vicino paese se non per lo stretto necessario a procurarsi la spesa, e non ha alcuna pietà per i bambini che le gironzolano attorno a casa, disturbando la sua concentrazione. Studia i miti e le leggende del folclore, ma, per via del suo caratteraccio, è a sua volta vittima di una serie di piccole leggende locali, che la dicono spia nazista, strega, o matta da legare. L'arrivo di Frank, un bambino sfollato per sfuggire ai bombardamenti su Londra e affidatole come ospite, buca lentamente la rigida corazza che Alice ha indossato troppo a lungo, risvegliando in lei il sentimento affettivo, insieme al ricordo di un amore impossibile.
LUNEDÌ 1 SETTEMBRE 2022
Rassegna
TUTTI PAZZI PER IL CINEMA

IL MATRIMONIO DI ROSA

La boda de rosa - Spagna, Francia, 2020, 1h 37 min.
di Icíar Bollaín
con Candela Peña, Sergi López, Nathalie Poza, Ramón Barea, Paula Usero
Il matrimonio di Rosa racconta la storia di una donna di nome Rosa che, giunta a suoi 45 anni, capisce che non hai mai vissuto la sua vita a pieno, perché ha anteposto alle sue esigenze sempre quelle altrui. Un'esistenza condotta al servizio degli altri, come se oltre al lavoro di costumista per il cinema, avesse anche un secondo impiego, quello di prendersi cura della sua famiglia disfunzionale. Rosa si deve occupare di: suo fratello maggior Armando, prossimo al divorzio e con due figli che non lo calcolano; sua sorella Violeta, che teme di perdere il lavoro; sua figlia Lidia, che vive in Inghilterra con il marito sempre assente in casa; suo padre Antonio, vedovo che non hai mai superato la morte della moglie e vorrebbe andare a vivere con Rosa; Rafa, il suo fidanzato, che, troppo preso dal suo lavoro, non le rivolge alcuna attenzione né l'ascolta.
Stanca di occuparsi di tutte queste persone, che non la ricambiano con lo stesso impegno, Rosa annuncia alla sua famiglia il suo imminente matrimonio. La domanda che si pongono tutti è "con chi si sposerà?", ma la donna sembra tenere segreta l'identità del suo futuro coniuge. La curiosità, però, spinge parenti e non a indagare e una volta venuta a galla la verità, tutti capiranno che Rosa sta imparando finalmente a mettere al centro della sua vita prima se stessa.
DA GIOVEDÌ 8 A MARTEDÌ 13 SETTEMBRE 2022

RUMBA THERAPY


Francia, 2022, 1h 42 min.
di Franck Dubosc
con Franck Dubosc, Jean-Pierre Darroussin, Nicolas Chupin, Marie-Philomène Nga
Tony, un autista di scuolabus sulla cinquantina, vive un'esistenza solitaria e appartata in campagna. Dopo un problema al cuore, decide di affrontare il suo passato e ritrovare Maria, la figlia che non ha mai conosciuto, iscrivendosi alla scuola di ballo che lei gestisce. Ma ... la rumba non si improvvisa! Con i suoi stivali da cowboy, Tony dovrà guadagnarsi a poco a poco la pista da ballo per conquistare sua figlia.
MERCOLEDÌ 14 SETTEMBRE 2022

IL GROVIGLIO BIELLA ASSOCIAZIONE LGBT+ E IL CINEMA VERDI CANDELO PER GLI EVENTI CHE SOSTENGONO IL BIELLA PRIDE PRESENTANO

STILL MY HEART BEATS, MY JOSÉPHINE BAKER

 Spettacolo musicale di e con Maria Olivero


Amore al di sopra di ogni cosa. La storia unica di JOSÉPHINE BAKER. Nel Panthéon di Parigi, tra i grandi di Francia.
Una donna grande nell'arte come nella vita, che ha attraversato il Novecento da protagonista, schierandosi sempre per la giustizia e per l'uguaglianza. Libertà, solidarietà, legami femminili. Avversità e successo. Una storia che tocca i temi al centro dell'attualità. Una delle figure più grandi del secolo scorso che il mondo sta riscoprendo.
Maria Olivero, autrice compositrice, musicista e interprete, che da anni studia la sua figura, presenta il suo concept musicale "Still My Heart Beats, My Joséphine Baker", spettacolo a teatro dal 2016, con partecipazioni prestigiose come il grande arpista Vincenzo Zitello.
Maria Olivero incontrò il figlio Jean-Claude Baker a Manhattan nel 2014 proprio per parlargli del suo lavoro musicale; lui lo definì "un lavoro d'amore". E così è: Joséphine scelse l'amore al di sopra di ogni cosa; l'amore inteso come atto di cura.
Al Cinema Verdi Candelo, Maria Olivero sarà voce, pianoforte, chitarra acustica e armonica, insieme a Rossana Girotto voce narrante e Lucia Colombo al violoncello.
DA GIOVEDÌ 15 A DOMENICA 18 SETTEMBRE 2022

NIDO DI VIPERE

Jipuragirado jabgo sipeun jibseungdeul - Corea del sud, 2020, 1h 49 min.
di Kim Yong-Hoon
con Jeon Do-yeon, Woo-sung Jung, Yuh Jung Youn, Seong-woo Bae, Hyeon-bin Shin
Si può girare un neo-noir che assomiglia a un milione di altri noir e uscirne vincitori? Sì, se questo proviene dalla Corea del Sud, sede di una cinematografia che è da anni garanzia di qualità per il cinema di genere. In particolare di questo genere, il noir, in cui ha saputo assorbire la lezione del cinema americano e di quello di Hong Kong per trovare spesso forme nuove di grande interesse.
Nido di vipere - ma il titolo internazionale Beasts Clawing at Straws, letteralmente "Bestie che si aggrappano alla paglia", spiega tutto quel che c'è da sapere nel migliore dei modi - può vantare tutti gli ingredienti essenziali: valigie piene di soldi, donne fatali che non esitano a uccidere, indebitati in un gorgo di disperazione, tipi che si credono più furbi degli altri (ma si sbagliano).
MARTEDÌ 20 SETTEMBRE 2022

il Tavolo Motore del Gruppo presenta

DOLCISSIME

Italia 2019, 1h 25min.
di Francesco Ghiaccio
con Giulia Barbuto, Alice Manfredi, Margherita De Francisco, Giulia Fiorellino, Licia Navarrini
Mariagrazia, Chiara e Letizia sono tre amiche inseparabili costrette a fare i conti ogni giorno con gli odiati chili di troppo, tra sguardi di disapprovazione dei compagni e risatine nei corridori della scuola. Mariagrazia soffre il confronto con la madre (Valeria Solarino), ex campionessa sportiva. Chiara ha una chat con un coetaneo, ma tanta paura di svelarsi in foto. Letizia un talento per la musica ma troppa vergogna per esibirlo. Dopo l'ennesima presa in giro, un'inattesa occasione di riscatto arriva dalla popolare e bellissima Alice, capitano della squadra scolastica di nuoto sincronizzato, costretta da un ricatto ad allenarle in gran segreto. Le tre ragazzine si lanciano in un'impresa impossibile spinte in acqua dalla gran voglia di rivincita. Finiranno per immergere la loro vita in quella della rivale, avvicinandosi le une alle altre giorno dopo giorno, esercizio dopo esercizio, sorriso dopo sorriso. OSPITE IL REGISTA FRANCESCO GHIACCIO.
MERCOLEDÌ 21 SETTEMBRE 2022

APOCALYPSE NOW - FINAL CUT

Apocalypse Now - Final Cut - USA 2019 - 3h 03min.
di Francis Ford Coppola
con Marlon Brando, Robert Duvall, Martin Sheen, Frederic Forrest, Albert Hall, Sam Bottoms, Laurence Fishburne, Dennis Hopper, G.D. Spradlin , Harrison Ford
Restaurato in 4K nel 2019 da American Zoetrope in collaborazione con L'Immagine Ritrovata presso il laboratorio Roundabout a partire dal negativo camera originale.
Capolavoro titanico, visionario, wagneriano."Coppola compie la scelta strategica di collocarsi non solo al di fuori della tradizione del war film, ma al di fuori di ogni ipotesi di tipo mimetico [...] Apocalypse Now è ispirato a Cuore di tenebra di Conrad, ma si rifà a una vasta gamma di testi letterari (Eliot, Kipling, Frazer) e soprattutto attinge all'immaginario del romanzo americano ottocentesco. Nel Vietnam di Coppola, la massa scura degli alberi si configura come il simbolo di una natura arcaica e terribile, che si fa beffe della ragione della Storia che l'uomo bianco vorrebbe imporle" (Giaime Alonge). Secondo il regista, dopo quella del 1979 e la monumentale Redux , Final Cut è finalmente la versione perfetta. "È stata anche l'occasione per applicare al film le moderne tecnologie, usando i sistemi Dolby Vision e Atmos per renderlo quanto più possibile viscerale e coinvolgente. È un'esperienza sensoriale straordinaria, con colori profondi e un suono sfaccettato che amplifica l'effetto ipnotico del film"
(John DeFore).
GIOVEDÌ 22 SETTEMBRE 2022

VIDEODROME

Videodrome - Canada 1983, 1h 27min.
di David Cronenberg
con James Woods, Sonja Smits, Debbie Harry, Peter Dvorsky, Leslie Carlson, Jack Creley, Lynne Gorman
Restaurato in 4K nel 2022 da Arrow Films con la supervisione di James White e James Pearcey presso il laboratorio Silver Salt, a partire dal negativo camera originale 35mm ed elementi intermedi conservati da NBC Universal. Restauro approvato da David Cronenberg.
L’idea nasceva dalle numerose ore notturne che avevo trascorso davanti alla televisione da bambino, quando mi capitava di vedere improvvisamente dei segnali causati da interferenze. […] Era stata quell’esperienza che mi aveva portato a immaginare un uomo che capta per caso un segnale bizzarro, estremo, violento e molto pericoloso. A causa del suo contenuto ne diventa ossessionato, cerca di rintracciarlo e si trova invischiato in un intricato mistero. […] Quando cominciai a scrivere, la storia prese improvvisamente ad alterarsi. Max aveva delle allucinazioni e gli succedevano delle cose fisiche impossibili, andavano anche oltre quelle contenute nel film. A un certo punto si rendeva conto che la sua vita non era come aveva pensato che fosse: lui stesso non era come aveva creduto di essere. Alla fine decisi di interrompere, perché la storia era così esagerata da essere troppo per un solo film. Ciò che avevo scritto mi aveva davvero sbalordito. Se intendi fare dell’arte, devi esplorare alcuni aspetti della tua vita senza riferimenti a istanze o a posizioni politiche. Con Videodrome ho voluto suggerire la possibilità che un uomo sottoposto a immagini violente cominci ad avere delle allucinazioni. Ho voluto sperimentare cosa succederebbe se accadesse davvero quello che i censori sostengono. Come sarebbe? Dove porterebbe?
(David Croneneberg)
DA VENERDÌ 23 SETTEMBRE A DOMENICA 2 OTTOBRE 2022

MAIGRET

Maigret - Francia, 2022, 1h 30 min.
di Patrice Leconte
con Gérard Depardieu, Jade Labeste, Mélanie Bernier, Aurore Clément, André Wilms
Una ragazza di provincia, giunta a Parigi piena di speranze, viene uccisa, e il commissario Maigret, che non conosce neppure l'identità della giovane, ha il compito di individuare il colpevole di quell'omicidio. Nel corso delle indagini il commissario, cui è stato impedito dal medico di fumare l'imprescindibile pipa per via di un problema non identificato ai polmoni, incontra un'altra ragazza di provincia che suscita in lui sentimenti di protezione, la cui vicenda verrà in qualche modo collegata a quella della sconosciuta uccisa. Saranno molti gli indizi da seguire, e porteranno non solo ad identificare il colpevole, ma anche a ricostruire il ritratto di un sottobosco ambiguo e predatorio nascosto dietro la sfavillante Ville Lumière.
LUNEDÌ 26 SETTEMBRE 2022

ANGSA BIELLA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) presenta

CINEMAUTISMO BIELLA 2022

THE DRUMMER AND THE KEEPER

di Nick Kelly
Irlanda 2017, 1h 34 min. – v.o. sott. ita.

MERCOLEDÌ 28 SETTEMBRE 2022

IL FIORE DELLE MILLE E UNA NOTTE

Italia-Francia, 1974, 2h 09 min.
di Pier Paolo Pasolini
con Franco Merli, Ines Pellegrini, Ninetto Davoli, Tessa Bouché, Franco Citti, Abadit Ghidei
L'ultimo film della Trilogia della vita è anche quello dove forse si esprime più poeticamente il senso dell'utopia pasoliniana, evocando una dimensione popolare e fantastica dove il sesso è vissuto con libera spregiudicatezza in un passato magico, violento e intatto. Le scenografie di Dante Ferretti, i costumi di Danilo Donati, la fotografia di Giuseppe Ruzzolini, contribuiscono allo splendore figurativo di un film ispirato alle fiabe arabe e girato in Etiopia, Yemen, Iran e Nepal.
Che Le mille e una notte siano opera esotica e fiabesca è un luogo comune che io contesto. C’è del magico, è vero, ma non è quello che conta. Conta invece, soprattutto, il realismo. Sotto la crosta stereotipa, sotto la finta mancanza di interesse psicologico vive sempre, in quasi tutti i racconti, la realtà storica precisa, interamente connotata. Basta ricordare, per esempio, gli elenchi delle vivande di ogni pasto descritto. Menù ricostruiti fino alla pignoleria, elencazioni di oggetti e di ambienti nei minimi dettagli, capaci di restituire intero il senso esistenziale della vita quotidiana. E ancora, i fatti sociali: una vita di relazione con regole raffinate e complicatissime: ogni atto è documentato, si dà conto fin dei gesti dei personaggi, delle frasi rituali di saluto e commiato. Insomma, anche se il testo non enuncia esplicitamente problemi sociali, protagonista resta comunque la società osservata con un rigore quasi etnologico.
(Pier Paolo Pasolini, 1974)
.
DA GIOVEDÌ 29 SETTEMBRE A DOMENICA 2 OTTOBRE 2022

TUESDAY CLUB - IL TALISMANO DELLA FELICITÀ

Tisgadsklubben, Svezia, 2022, 1h 42 min.
di Annika Appelin
con Marie Richardson, Peter Stormare, Sussie Ericsson, Carina M. Johansson, Ida Engvoll
Può un corso di cucina cambiarti la vita? Lo chiede allo spettatore la regista Annika Appelin, proponendo una storia semplice, deliziosa come i piatti che presenta, di amore per la vita, per la cucina e per se stessi. La protagonista è una donna che ha consacrato la sua vita alla famiglia. Dopo una forte delusione sentimentale sceglie di iscriversi a un corso di cucina che non la porterà solo a imparare a preparare nuove pietanze, o a scontrarsi con il burbero chef, ma anche a godere della compagnia del gruppo (il Tuesday Club del titolo) e a lasciarsi finalmente andare. Piatto dopo piatto imparerà a credere in se stessa e nel suo talento, a smarcarsi da una vita fatta solo di doveri e a concedersi un barlume di piacere, fino a convincersi che non è mai troppo tardi per cambiare tutto e innamorarsi da capo.
SABATO 1 OTTOBRE 2022

ANGSA BIELLA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) presenta

CINEMAUTISMO BIELLA 2022


TRASH - LA LEGGENDA DELLA PIRAMIDE MAGICA

Animazione - Italia, 2020, 1h 28 min.
di Luca Della Grotta, Francesco Dafano
Scatole, bottiglie, latte. Rifiuti. Abbandonati in strada, nei mercati, sotto i ponti. Ignorati da chiunque. Inerti. Finché non cala la notte…
Slim è una scatola di cartone rovinata. Vive in un mercato, con il suo amico Bubbles – una bottiglia da bibita gassata – e altri compagni. Sopravvive nascondendosi dai Risucchiatori, macchine aspiratutto addette alla pulizia.
Slim è rassegnato, non crede più in nulla, neanche alla leggenda della Piramide Magica, un luogo mitico in cui è possibile per i rifiuti avere una seconda possibilità, rinascere ed essere ancora dei Portatori utili a se stessi e agli altri, fino a quando un imprevisto cambierà il suo destino.
DA VENERDÌ 7 A MERCOLEDÌ 12 OTTOBRE 2022

SICCITÀ

Italia, 2022, 2h 04 min.
di Paolo Virzì
con Silvio Orlando, Valerio Mastandrea, Elena Lietti, Tommaso Ragno, Claudia Pandolfi
A Roma non piove da tre anni e la mancanza d’acqua stravolge regole e abitudini. Nella città che muore di sete e di divieti si muove un coro di personaggi, giovani e vecchi, emarginati e di successo, vittime e approfittatori. Le loro esistenze sono legate in un unico disegno, mentre cercano ognuno la propria redenzione.
LUNEDÌ 10 OTTOBRE 2022
Rassegna
TUTTI PAZZI PER IL CINEMA

FREAKS OUT

talia, Belgio, 2021, 2h 21 min.
di Gabriele Mainetti
con Claudio Santamaria, Aurora Giovinazzo, Pietro Castellitto, Giancarlo Martini
Roma, 1943: Matilde, Cencio, Fulvio e Mario vivono come fratelli nel circo di Israel. Quando Israel scompare misteriosamente, forse in fuga o forse catturato dai nazisti, i quattro "fenomeni da baraccone" restano soli nella città occupata. Qualcuno però ha messo gli occhi su di loro, con un piano che potrebbe cambiare i loro destini... e il corso della Storia.
MARTEDÌ 11 OTTOBRE 2022

il Tavolo Motore del Gruppo presenta

NON CI RESTA CHE VINCERE

Campeones - Spagna, 2018, 2h 04 min.
di Javier Fesser
con Javier Gutiérrez, Sergio Olmo, Julio Fernández (II), Jesús Lago, José de Luna
Marco è allenatore di una squadra di basket professionista di alto livello. Sorpreso alla guida in stato di ebrezza viene condannato a svolgere un lavoro socialmente utile. Per ordine del giudice deve quindi organizzare una squadra di basket composta da persone con un deficit mentale. Ciò che era cominciato come una pena si trasforma in una lezione di vita sui pregiudizi sulla normalità. Tutti i giocatori della squadra di basket sono interpretati da attori disabili.




LA NOTTE DEL 12
La nuit du 12 - Francia, 2022, 1h 54 min.
di Dominik Moll
con Bastien Bouillon, Bouli Lanners, Anouk Grinberg, Théo Cholbi, Johann Dionnet
"Si dice che ogni investigatore abbia un crimine che lo ossessiona. Per Yohan è l'omicidio di Clara".
In un paesino di montagna nella Francia sud-orientale, in una tranquilla notte d'autunno, la giovane Clara viene orribilmente uccisa da uno sconosciuto che le dà fuoco in strada. Da poco arrivato a capo della polizia giudiziaria di Grenoble, il giovane capitano Yohan Vivès indaga sulla vita privata della ragazza, sulle sue frequentazioni e sulle sue abitudini, per cercare il colpevole dell'omicidio. Dietro la tranquillità della provincia anonima si celano come sempre segreti e misteri, ma il caso di Clara rischia di diventare uno dei tanti destinati a rimanere irrisolti...
DANTE
Italia, 2022, 1h 34 min.
di Pupi Avati
con Sergio Castellitto, Alessandro Sperduti, Enrico Lo Verso, Carlotta Gamba
Dante muore in esilio a Ravenna nel 1321.
Settembre 1350. Giovanni Boccaccio viene incaricato di portare dieci fiorini d’oro come risarcimento simbolico a Suor Beatrice, figlia di Dante Alighieri, monaca a Ravenna nel monastero di Santo Stefano degli Ulivi. Nel suo lungo viaggio Boccaccio oltre alla figlia incontrerà chi, negli ultimi anni dell’esilio ravennate, diede riparo e offrì accoglienza al sommo poeta e chi, al contrario, lo respinse e lo mise in fuga. Ripercorrendo da Firenze a Ravenna una parte di quello che fu il tragitto di Dante, sostando negli stessi conventi, negli stessi borghi, negli stessi castelli, nello spalancarsi delle stesse biblioteche, nelle domande che pone e nelle risposte che ottiene, Boccaccio ricostruisce la vicenda umana di Dante, fino a poterci narrare la sua intera storia.
LOVE LIFE
Giappone, 2022, 2h 03 min.
di Kôji Fukada
con Fumino Kimura, Kento Nagayama, Atom Sunada
Taeko vive felicemente con il giovane sposo Jiro e il piccolo Keita, nato da una relazione precedente. Tutto ciò che desidera è l'approvazione di suo suocero, che stenta ad arrivare. Un incidente domestico riscrive però improvvisamente la vita di Taeko e di chi le sta vicino e determina il ritorno del padre biologico di Keita, Park, di cui la donna non aveva notizie da anni.